Cercare lavoro dopo corsi e master

Il valore intrinseco di un titolo di studio in Italia non è ormai comparabile a quello che poteva avere 25-30 anni fa. In altre parole molti giovani con il solo diploma fanno fatica ad entrare per la prima volta nel mondo del lavoro, e molto spesso lo stesso dicasi anche per chi ha una laurea anche nel caso in cui questa venga ottenuta con il massimo dei voti. In passato con una laurea in Italia il tempo di incubazione, ovverosia quello del passaggio dalla vita universitaria a quella lavorativa, si riduceva a poche settimane mentre al giorno d’oggi possono essere necessari anche diversi mesi.

Ne consegue che la maggioranza dei giovani brillanti in cerca di lavoro spesso è letteralmente avvolto da un senso di frustrazione dal quale si può uscire solo se si acquisisce la consapevolezza data dal fatto che nel nostro Paese le imprese assumono poco, e quando lo fanno sono in prevalenza alla ricerca di figure specializzate. Di conseguenza, per ridurre il tempo di incubazione sopra citato può rivelarsi decisivo non cercare lavoro dopo il diploma, e neanche dopo la laurea, ma solo dopo aver frequentato con profitto anche corsi di formazione e/o di specializzazione, e possibilmente master presso le migliori business school italiane o estere. Nel nostro Paese, in particolare, tra le migliori business school spiccano la Bocconi, il Politecnico di Milano e la Luiss – ovverosia la Libera Università Internazionale degli Studi Sociali Guido Carli di Roma.

Ma detto questo, quali sono i vantaggi di cercare lavoro dopo la partecipazione a corsi e/o a master? Ebbene, la partecipazione con profitto a corsi e/o a master è di norma spendibile non solo sul mercato del lavoro, ma anche in quello accademico. E questo perché si completa un percorso che è collegato e correlato non solo alla scuola ed all’Università, ma anche alla formazione professionale visto che la maggioranza di corsi e master si conclude con il classico tirocinio pratico che permette di entrare nel mercato del lavoro non solo prima, ma anche con maggiore esperienza.

Nel mondo del lavoro il tempo è denaro, ragion per cui partecipare e superare con profitto corsi e master significa sperimentare in anticipo quelle che sono prima le fasi di specializzazione, e poi quelle relative all’occupazione vera e propria riuscendo ad entrare nel mercato del lavoro ad un’età concorrenziale. D’altronde per le aziende la priorità sta proprio nella ricerca di giovani brillanti laureati e specializzati.